Come comunicare in video con naturalezza, il segreto per convincere.

Il tuo obiettivo è quello di registrare dei video per vendere i tuoi prodotti e servizi online? Vuoi realizzare un alto numero di vendite in poco tempo? Se la risposta è si allora in questo articolo troverai informazioni preziose. Affronto il concetto di “acting”, ovvero come ci si relaziona e ci si comporta davanti alla videocamera. La maggior parte dei principianti e molti relatori eccellenti nella comunicazione dal vivo si sono dimostrati estremamente scarsi quando si sono trovati davanti alla telecamera. Il motivo del calo di performance registrato si trova in quello che tecnicamente viene chiamato “over-acting”.

Il concetto di Over-Acting

Il termine over-acting allude al fatto che si tende ad agire in maniera eccessiva rispetto a quello che è necessario. Infatti, nell’ambito della comunicazione in pubblico i gesti vengono ampliati per essere visibili anche dalle persone sedute più lontano, mentre invece nella comunicazione in video il concetto è esattamente il contrario. In quest’ambito, sempre più popolare grazie all’avvento di YouTube e dei social network, si tende a ridurre i movimenti e i gesti perché la telecamera tende automaticamente ad ampliarli. Ci sono alcune delle più efficaci personalità nel mondo del public speaking che posizionati davanti ad una videocamera vanno in crisi totale. Sembra assurdo ma è proprio così. È un po’ come il difetto che hanno gli attori da teatro o di fiction televisive, che recitano in maniera pietosa durante la registrazione di un video o in streaming perché sono abituati a comunicare ad una grande platea e quindi la loro tecnica è completamente diversa.

Comunicare con naturalezza

La sfida nella comunicazione in video è quella di riuscire a raggiungere un alto grado di naturalezza: dimenticarti completamente che davanti a te hai una videocamera accesa. Un buon metodo per essere naturale è quello di attaccare sotto la videocamera la foto di una persona cara, di qualcuno con il quale sei in estrema confidenza e con cui puoi parlare tranquillamente e liberamente, senza bisogno di vergognarti per nessun motivo. Devi arrivare a convincerti che davanti a te c’è solo quella persona e stai parlando soltanto a lei, senza nessuna videocamera.

Uno degli errori più frequenti delle persone che cominciano questa straordinaria carriera della comunicazione in video consiste nell’ascoltarsi. È un grande errore, se non sai come farlo. Ho visto molte persone cominciare a registrare dei video salvo poi non pubblicarli perché in realtà si ascoltavano e non riuscivano mai a giudicarsi sufficientemente bravi per partire. L’ascolto di te stesso, infatti, ti trascina in una sorta di auto-giudizio che ti distrugge e ti toglie ogni spontaneità e ogni capacità di relazione.

Un altro errore molto comune è quello di guardare in giro invece di guardare continuamente fisso in camera. Se per esempio guardi in alto, questo gesto che sembra innocuo e casuale, in camera è terrificante e ti porta sicuramente a perdere la tua credibilità e naturalezza risultando poco convinto di quello che stai dicendo a causa dell’esaltazione di questo gesto verso la camera. All’inizio sarà difficile non muovere la testa ma dopo qualche ora di registrazione diverrà normale.

Un altro difetto che ho riscontrato nelle persone che iniziano a comunicare in video è quello di trasformarsi nell’uomo del telegiornale. In questo caso le persone cominciano a comunicare in maniera del tutto priva di spontaneità e sinceramente penso che questo sia il problema più diffuso e anche quello più difficile da superare. Io stesso ho ancora questa tendenza e ricordo ancora molti anni fa quando ho fatto il master di specializzazione a Londra. In quella occasione, intervistando un attore professionista, mi resi conto che quando parlavo con la truppa fuori onda ero spontaneo, ma quando invece ero registrato e facevo le domande sembravo completamente costruito e quindi sembravo poco credibile.

Da questa considerazione mi resi conto che per comunicare efficientemente in camera bisogna seguire delle regole specifiche per la comunicazione in video che prevedono una comunicazione molto diretta, come se si parlasse ad un amico, quasi dimenticando l’esistenza della videocamera. L’unico modo per riuscirci è quello di fare pratica, tanta pratica. Fino a quando non ti verrà talmente spontaneo da dimenticarti che la telecamera sia li davanti a te.

Espressività e stato d’animo

Come hai imparato dal paragrafo precedente la telecamera tende ad ampliare i gesti, movimenti e i comportamenti. Conseguentemente un eccesso di movimento e di entusiasmo potrebbe portarti a perdere di credibilità soprattutto se ti rivolgi a professionisti e imprenditori o ad un pubblico aziendale che non è abituato a certi entusiasmi. Detto questo, è assolutamente necessario comprendere che il fattore che più comunica all’interno dei tuoi video è sicuramente l’espressività del tuo volto e lo stato d’animo che traspare dal tuo viso, che tecnicamente vengono chiamate le micro espressioni facciali, ovvero espressioni del volto minimali che vengono percepite in particolare dall’inconscio. Sono di fondamentale importanza per convincere la tua audience e devono essere vissute dalla persona che comunica video. Ciò significa che se stai parlando di qualcosa di drammatico dovrai avere una espressione drammatica e l’unico modo per riuscire a ricostruire questa espressione è quello di pensare ad un momento della tua vita in cui hai vissuto questa particolare emozione, attraverso questa esperienza interiore riuscirai a produrre delle micro espressioni facciali connesse a quel determinato tipo di esperienza.

Se ad esempio parli di un particolare momento triste della tua vita e lo fai in modo neutro, le persone penseranno che sei una persona cinica e fredda o che quello che stai dicendo non è vero. Viceversa se parlerai delle caratteristiche e dei benefici di un prodotto senza avere una espressione contenta ed entusiasta, i tuoi interlocutori avranno dei dubbi sulla reale efficacia di questi benefici e conseguentemente non riuscirai a realizzare un alto numero di vendite e di consensi. La chiave fondamentale è quindi quella di rivivere l’esperienza che stai comunicando verbalmente attraverso un viaggio interiore, che ti riporta ad esplorare quegli stessi stati d’animo ed emozioni che hai bisogno di comunicare e di far vivere al tuo pubblico attraverso il tuo video.

Il mio consiglio è quello di allenarti tanto e studiare perfettamente il testo della tua presentazione nelle sue varie parti. È utile avere un elenco puntato degli argomenti appiccicato sotto la videocamera. Se seguirai i miei consigli, quando chiederai ad un pubblico di guardare il tuo video e di descrivere quali sentimenti ed emozioni ha provato, ti renderai conto che le persone rimangono impressionate non solo da quello che dici, ma anche da come lo dici e da quanto sei autentico e convincente nella tua comunicazione.

Questo significa che ogni qual volta se ne presenta l’occasione devi comunicare attraverso i video e questa comunicazione sarà efficace solo e soltanto se sarà coerente a quello che vuoi trasmettere, e che comunichi attraverso la tua espressione facciale.
L’espressione facciale, infine, dipende dall’intenzionalità dell’espressione stessa.

Se hai trovato questo articolo interessante e vuoi sapere esattamente come queste strategie possono aumentare le tue vendite, vai qui.

Commenta questo articolo facendomi sapere la tua opinione, leggo e rispondo personalmente ad ogni commento. Inoltre puoi condividere sui social l’articolo che stai leggendo contribuendo a diffonderne il valore tra i tuoi amici.