Come realizzare il video di vendita per il tuo prodotto o servizio

In questo articolo ti spiego esattamente tutto ciò che devi comunicare nel tuo video di vendita. Ti spiego passo dopo passo la struttura che personalmente uso da oltre 23 ani di esperienza, un sistema che è stato utilizzato da migliaia di imprenditori in centinaia di nicchie e mercati diversi. Seguendo i preziosi consigli che trovi in questo articolo puoi cominciare subito a creare i tuoi video di vendita ottenendo alti tassi di conversione e un elevato numero di vendite.

Devi pubblicare questo video solamente dopo i tre video che precedono la vendita e di cui ho spiegato le strutture in questo articolo. Quindi la formula completa per il lancio del tuo nuovo prodotto o servizio prevede quattro video: il primo da pubblicare il giorno 1, il secondo il giorno 4, il terzo il giorno 7 e l’ultimo di cui ti parlo qui il giorno 10. Il video di vendita viene anche chiamato O.T.O (One Time Offer) perché è un’offerta che viene fatta una sola volta e rientra in una cornice temporale, ovvero un’offerta con data di apertura e data chiusura delle iscrizioni predeterminata.

La struttura del video di vendita è la seguente:

  1. Qualifica e risultato primario
  2. Storia commovente
  3. Clienti e risultati
  4. Eroe riluttante
  5. Recensioni
  6. Possibilità di realizzazione con bassa autostima
  7. Cosa può fare per te
  8. Ristrutturazione del prezzo
  9. Inversione del rischio
  10. Unicità e chiamata all’azione

1. QUALIFICA E RISULTATO PRIMARIO: Qualificati in funzione del prodotto che stai per presentare. Cosa impareranno, quali problemi risolvono, quali risultati ottengono e come cambierà la loro vita. La formula classica per presentarsi in funzione del prodotto è la seguente: “io aiuto [target specifico] ad ottenere [risultato specifico] attraverso l’utilizzo di [prodotto specifico].

2. STORIA COMMOVENTE: Situazione problematica iniziale con descrizione dettagliata dei problemi che ti hanno accumunato al target a cui ti rivolgi e delle gravi implicazioni che ci sarebbero state se non avessi risolto questi problemi. Tutto ciò ha molteplici scopi: prima di tutto se descrivi il problema meglio che il target stesso riesca a fare, farai credere implicitamente che tu abbia la soluzione. Secondariamente crei empatia nei confronti delle persone che ti seguono e così facendo aumenti molto le conversioni in termini di vendita. Una volta spiegate le implicazioni dei problemi passi ai tentativi infruttuosi, spieghi le tue prove e infine i tuoi fallimenti. A questo punto introduci la tua scoperta importante e la creazione del tuo sistema. Dirai che hai ottenuto dei risultati importanti e li racconterai.

3. CLIENTI E RISULTATI: Spiega ora che alcune persone, vedendo i risultati che tu stesso hai cominciato ad ottenere, ti hanno chiesto un aiuto per risolvere i loro problemi. Racconta le storie dei primi clienti e dei risultati che hanno ottenuto, anche migliori dei tuoi perché ricorda che il vero protagonista non sei tu ma il prodotto.

4. EROE RILUTTANTE: Adesso tutti stanno richiedendo il tuo prodotto o servizio ma non sai quanta disponibilità hai e per quanto a lungo ti occuperai ancora di questa attività prima di tornare ad occuparti di altro. In questo modo fai capire che non è importante per te stare al centro dell’attenzione a tutti i costi ma che fondamentalmente ti interessa aiutare gli altri perché sono loro a chiederlo.

5. RECENSIONI: Mostra delle recensioni reali di persone che hanno usato il tuo prodotto. Ogni recensione dovrebbe contenere la storia del problema, la soluzione attraverso il tuo prodotto, grandi risultati (stupore) e quindi il racconto di una vita completamente cambiata.

6. POSSIBILITÀ DI REALIZZAZIONE CON BASSA AUTOSTIMA: Visto che la maggior parte delle persone soffrono di bassa autostima, devi comunicare in questa fase che anche se il prodotto funzionasse al 50% del suo potenziale, otterranno comunque dei risultati straordinari che cambieranno per sempre le loro vite.

7. COSA PUÓ FARE PER TE: Quali risultati ottengono, in quanto tempo e facendo cosa. Correla il prodotto al risultato.

8. RISTRUTTURAZIONE DEL PREZZO: Ogni prezzo potrebbe essere alto o basso a seconda del valore che noi attribuiamo a quel particolare prodotto o servizio. In ogni caso viene distorta la percezione del prezzo quando prima ci hanno mostrato qualcosa di più caro. Per cui prima di tutto devi parlare dell’enorme valore dell’investimento, poi spiegare la grave perdita se non lo fanno e infine comunicare una forte riduzione del prezzo che può andare dal 50% al 80%.

9. INVERSIONE DEL RISCHIO: Spiega la tua garanzia assoluta e l’anti-garanzia (spiega per chi è adatto il prodotto e per chi invece non lo è).

10. UNICITÀ E CHIAMATA ALL’AZIONE: Unicità del prodotto, unicità del momento, sintesi dell’offerta e chiamata all’azione, per esempio: “bene allora, tutto quello che devi fare adesso è cliccare il tasto arancione qui sotto e inizia subito a raggiungere [elenco risultati e trasformazione].

Commenti