Come ricevere e riconoscere un feedback professionale e onesto per migliorare la tua carriera da oratore

Se vuoi sapere se stai migliorando come oratore, trova persone in grado di fornirti feedback e consigli onesti e smettila di preoccuparti della tua sensibilità. Queste persone possono essere altri esperti di comunicazione in pubblico, ma limitarti chiedendo solo a loro. In questo articolo scoprirai 5 tecniche per individuare le migliori fonti da cui ricevere feedback professionali, onesti e di qualità.

Rimanda il feedback non richiesto al mittente

Tempo fa al termine di una mia presentazione, un partecipante mi ha chiesto se poteva darmi un feedback. Poi senza neanche attendere la mia risposta continuò: “Quando ti muovevi a destra e sinistra non riuscivo a concentrarmi su quello che dicevi, ma quando ti sei fermato, ho assorbito ogni concetto. Sai come si chiama?”
“Sì,” ho detto. ” Una disturbo dell’apprendimento!”

Il feedback non richiesto va SEMPRE rimandato al mittente. È una tecnica che gli inferiori usano per dimostrare di essere migliori di te, anche se hai i riflettori puntati, sei stato pagato, sei stato scelto e hai ricevuto gli elogi e gli applausi. Solo un feedback richiesto di tua spontanea volontà, ricercato da fonti attendibili merita di essere ascoltato, ma anche in questo caso non dovresti implementare automaticamente ciò che ti viene detto.
Nessuno di noi nella professione di oratore riceve mai abbastanza feedback. So che è strano sentirlo dato che ci confrontiamo regolarmente con il pubblico, che di solito viene incoraggiato a compilare il modulo di feedback o ad inviare una recensione online. Ma ci sono due cose sbagliate nell’usare tali risposte come la sola e principale fonte di valutazione.

Innanzitutto, i membri del pubblico a cui hai fatto la tua presentazione con lo scopo di vendere il tuo prodotto o servizio, hanno usato sia impulsi razionali che viscerali per decidere di comprare da te (la logica spinge le persone a pensare, ma l’emozione li stimola ad agire). Gli oratori che chiedono un feedback al pubblico prima ancora che lasci la stanza, ancora emozionato, raramente collezionano informazioni complete e ancor più raramente apportano miglioramenti in base alle reali esigenze dei potenziali clienti. (Passano in secondo piano, dietro alla temperatura della sala, alla qualità delle slide o, alla peggio, alla qualità del cibo offerto dall’hotel).
Secondo, ogni membro del pubblico reagisce in modo leggermente diverso a ciò che sente, perché inconsciamente ognuno di loro cerca di stabilire la pertinenza del tuo messaggio con il proprio background. Ecco perché i migliori oratori usano più storie ed esempi per cercare di risuonare con la maggior parte delle persone del pubblico.

Anche il consiglio di registrare tutti i discorsi e di riascoltarti è tra i più semplicistici e poco strategici. Non siamo abbastanza oggettivi per auto valutarci. Ascoltare noi stessi e cercare di decidere come migliorare può essere una strategia limitante e distruttiva. Potresti trovarti, per esempio, a continuare a migliorare e perfezionare aspetti della tua comunicazione in pubblico che tu credi vincenti ma che in realtà sarebbero assolutamente da eliminare.

Se vuoi davvero crescere e migliorare nella professione dell’oratore, allora devi ricercare feedback professionali. Quando si tratta della tua salute, ti fidi di quello che ti dice il tuo medico, se si tratta di problemi con la legge vai dal tuo avvocato e se devi rivedere la grafica del tuo sito parli con un designer. Perché non metti il tuo sviluppo professionale nelle mani di qualcuno altrettanto qualificato? E perché mai useresti feedback di persone (il tuo pubblico) che non sono brave come te e hanno convinzioni e credenze molto personali? Quelle che seguono sono delle tecniche che ognuno di noi utilizza per ricevere feedback di qualità e conseguentemente crescere con continuità.

Tecniche per ricevere feedback professionali e onesti

1. Recluta un gruppo di persone di cui rispetti il giudizio.

Recluta un gruppo di persone intelligenti di cui rispetti il giudizio e che abbiano familiarità con il tipo di attività che svolgi. Per esempio un collega di un’associazione civica, un altro imprenditore, un politico locale o membro del consiglio scolastico, un consulente aziendale, il tuo avvocato e così via. Non hanno bisogno di essere geograficamente vicini a te perché puoi interagire con loro tramite e-mail e computer.
Informa queste persone che chiederai il loro aiuto non più di due o tre volte l’anno. In quelle occasioni, manda loro una video registrato (o invitali a sentirti dal vivo se possono) e chiedi loro di valutare la tua performance e cosa dovresti fare per raggiungere il livello successivo nella tua professione (un pubblico più ampio, aziende più grandi, lavoro sui social media, parole chiave ad alta visibilità diverse o aggiuntive e così via). Chiedi loro cosa fai bene, cosa puoi migliorare e cosa deve essere abbandonato. Non reagire ai commenti vaganti, ma se vedi emergere uno schema, allora agisci. Per esempio, se qualcuno ti dice: “Non mi è piaciuta quella storia”, ignoralo, ma se cinque persone dicono: “Sembra che tu non metta energia in quella storia”, allora è il caso che tu faccia azione mirata a migliorare quel determinato aspetto.
In cambio della loro gentilezza, porta il tuo gruppo di persone a cena, fagli un regalo o offri la tua disponibilità a contraccambiare il favore. Non devi accettare il loro consiglio, ma non lo avrai affatto se non lo chiedi.

2. Cerca altri oratori di successo

Nota che non ho detto ”chi ti piacciono ” o ”che rispetti”, perché questo lascerebbe la porta aperta all’ammirazione reciproca, che non è assolutamente funzionale allo scopo. Ci sono molti oratori che non migliorano costantemente perché trascorrono molto del loro tempo a raccontarsi quanto sono bravi e a concedere premi gli uni agli altri.
Individua gli oratori che rappresentano il successo con cui puoi identificarti. Non farti ingannare dalla loro strategia di marketing e dalle meravigliose info-grafiche che postano sui social. Tutti vivono in una “casa di fronte all’oceano”, guidano una “macchina straniera” e sono “scrittori prolifici”. Trova qualcuno con una presenza sul palcoscenico che ammiri, una visibilità che ti impressiona o un senso degli affari che vorresti acquisire e cerca di allacciare i contatti con lui.
Sviluppa una rete di molte di queste persone a cui puoi accedere anche solo poche volte all’anno. Non cercare di emulare il loro stile o i loro attributi. Ottieni semplicemente un feedback sincero sul tuo stile, sul tuo business e sulla direzione che devi prendere per passare al prossimo livello. Ciò che è buono per loro potrebbe non essere buono per te, ma le loro intuizioni provengono da un quadro di riferimento altamente valido.

3. Investi in una relazione di Mentoring

Alcuni di noi oratori sono chiamati così frequentemente per consigli e domande che le relazioni devono assumere la forma di consulenza formale. In generale, queste relazioni sono focalizzate e indirizzate verso specifici obiettivi di crescita. Puoi stipulare un accordo di consulenza su qualsiasi aspetto tu voglia migliorare: penetrare il mercato aziendale, usare più umorismo, pubblicare contenuti, supporti visivi, aumentare le vendite e così via e puoi determinare la durata dell’accordo. Secondo la mia esperienza, hai bisogno di almeno sei mesi di contatti regolari con un mentore che, ancora una volta, non è necessario sia presente di persona, al fine di creare la disciplina necessaria a raggiungere i tuoi obiettivi.
Le caratteristiche che dovrebbe avere un mentore professionale ed efficace che ti fornirà il ROI
(ritorno sull’investimento) corretto sono:

  • Successo come oratore, non solo come mentore (un “uomo d’azione”, non un “esperto”)
  • Contatti illimitati durante il periodo, giorni e orari non designati
  • Aiuto “in tempo reale” con prospettive, costi, presentazioni e così via
  • Fornitura di contatti, come case editrici, marketer, esperti seo, direttori di uffici, e così via
  • Solidi riferimenti di altri oratori

I mentori possono essere molto efficaci e vale la pena investire in un accordo con loro se possono concentrarsi sulle tue particolari esigenze e offrirti tecniche specifiche e pragmatiche per far crescere la tua attività e raggiungere i tuoi obiettivi personali.

4. Scegli un’associazione di professionisti orientata a fornire feedback

Ai livelli preliminari, Toastmasters International è una buona alternativa perché offre agli oratori (prevalentemente amatoriali e / o poco frequenti) l’opportunità di affinare le proprie capacità di fronte a un pubblico di altri oratori amatoriali. Esistono anche concorsi gestiti dall’organizzazione madre che forniscono l’opportunità esibirsi davanti ai giudici. Gli svantaggi dei Toastmaster sono che il feedback non sarà sempre nitido e onesto e che i criteri per i discorsi sono stretti e limitati.

5. Chiedere aiuto su Internet

Esistono numerosi forum, siti internet, elenchi di associazioni e fonti simili di oratori. Riservati una mattinata all’utilizzo dei motori di ricerca pertinenti per generare nuove alternative. La bellezza di Internet è che è possibile scambiare video e registrazioni vocali se si dispone dell’attrezzatura adeguata. Attraverso il cyberspazio, sei in grado di accedere a una rete di consulenti auto-selezionati che possono fornirti esempi scaricabili di letteratura promozionale, critiche dei tuoi discorsi, consigli sui tuoi piani aziendali, opportunità a livello internazionale e una miriade di altri feedback potenzialmente utili. Se sei tecnologicamente in grado e individualmente disponibile, puoi trovare un piccolo aiuto comodamente seduto alla tua scrivania.
Indipendentemente dal metodo scelto, trova una fonte di feedback diretto e onesto: persone che ti diranno la verità e non accarezzeranno semplicemente il tuo ego. ”Prenditi cura della verità più di quello che pensa la gente”. Lo disse Aristotele, e non era un cattivo consigliere.

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento qua sotto, leggo e rispondo personalmente. Se hai trovato questo articolo di tuo interesse, vai qui per approfondire ed ottenere 101 preziosi consigli per aumentare le tue vendite.